• Festa Patronale 2017

    Festa Patronale 2017

  • Catechesi per adulti

    Catechesi per adulti

  • Orari catechismo

    Orari catechismo

  • Beato Francesco Paleari

    Beato Francesco Paleari

  • Don Francesco Paleari

    Don Francesco Paleari

Festa della Famiglia

on .

Carissime famiglie,

in occasione della festa della famiglia di quest’anno, stiamo per inviare una lettera a tutte le famiglie della nostra parrocchia. La troverete a disposizione in chiesa alla fine della Messa di domenica 24 gennaio.

Chiediamo a tutte le famiglie che vengono in Chiesa di consegnarla a qualche altra famiglia tra quelle che non frequentano la Messa: è il modo più bello per essere missionari!

Leggete bene il programma di questo volantino e partecipate con coraggio ed entusiasmo: siete tutti attesi e … auguri di buona festa!

don Mario e don Bruno

 

Vinci una foto a colazione

on .

Ogni domenica mattina dalle 9 alle 10 nel bar dell' oratorio ci sono le colazioni: dei bravissimi volontari si mettono a disposizione  preparando caffè, cappuccini, cioccolate e delle fresche brioches per le persone che escono da messa delle 8.30 e per tutti quelli che lo desiderano! Ci si ritrova e davanti a una buona colazione la domenica inizia nel migliore dei modi! Abbiamo deciso di aprire un concorso: ogni domenica verranno scattate delle foto durante le colazioni, la migliore verrà pubblicata sul sito, alla fine del mese verrà scelta la più bella e il fortunato vincitore  verrà premiato con un regalo  davvero speciale.. anzi davvero dolce! Vi aspettiamo la domenica e buona fortuna a tutti!



 

Concorso presepe

on .

Come ogni anno, nella chiesa parrocchiale e nel santuario, viene fatta la sacra rappresentazione natalizia: i nostri bravi nonni dell'oratorio si ritrovano con tutta la loro esperienza e un pizzico di fantasia realizzando il presepe natalizio! E' un gran lavoro che richiede tanto tempo e pazienza, ma puntualmente il giorno di Natale li troviamo sempre nelle nostre chiese.

Quest' anno il nostro presepe piu grande, quello in chiesa parrocchiale, è stato iscritto a un concorso diocesano: il piu bello dei presepi di tutta la nostra diocesi sarà premiato! Noi confidiamo e speriamo in un buon piazzamento o addirittura nella vittoria, ma se cosi non fosse, siamo lo stesso felici perchè per noi ha già vinto, visto che ogni anno e sempre più bello! Un grazie speciale ai nonni e pensionati che lo hanno realizzato!

 

Le altre immagini le trovate nella photogallery

EPIFANIA

on .

OMELIA DI BENEDETTO XVI
«Serve tornare bambini nel cuore»

VI LASCIO QUESTO TESTO PERCHE' MI SEMBRA CHE AIUTI A RILEGGERE QUESTA FESTIVITA' E RIPARTIRE NELLA QUOTIDIANITA'  CON UNO SLANCIO NUOVO!

In San Pietro la messa dell'Epifania celebrata da Benedetto XVI: «L'umanità troppo sicura di se stessa, manca umiltà autentica, i doni dei Magi atto di giustizia verso Dio e poveri»

Cari fratelli e sorelle!

Oggi, Solennità dell’Epifania, la grande luce che irradia dalla Grotta di Betlemme, attraverso i Magi provenienti da Oriente, inonda l’intera umanità. La prima lettura, tratta dal Libro del profeta Isaia, e il brano del Vangelo di Matteo, che abbiamo poc’anzi ascoltato, pongono l’una accanto all'altro la promessa e il suo adempimento, in quella particolare tensione che si riscontra quando si leggono di seguito brani dell’Antico e del Nuovo Testamento.

Ecco apparire davanti a noi la splendida visione del profeta Isaia il quale, dopo le umiliazioni subite dal popolo di Israele da parte delle potenze di questo mondo, vede il momento in cui la grande luce di Dio, apparentemente senza potere e incapace di proteggere il suo popolo, sorgerà su tutta la terra, così che i re delle nazioni si inchineranno di fronte a lui, verranno da tutti i confini della terra e deporranno ai suoi piedi i loro tesori più preziosi. E il cuore del popolo fremerà di gioia.

CONTINUA...

Un nuovo anno

on .

Inizia un nuovo anno, e molti si interrogano su come sarà. C'è chi si affida agli oroscopi e chi invece alla scienza economica, chi ancora addirittura alla fortuna.

Io vorrei suggerirvi di lasciare che sia lo Spirito Santo a condurci in questo nuovo anno , per trovarci impegnati , come direbbe Gesù, a occuparci delle cose del Padre.

Quest'anno dobbiamo vivere tutto in HD, in alta definizione, senza perderci nulla (particolari, persone, iniziative...).

Vivere l'Oratorio vuol dire entrare in pieno nelle sue dinamiche, nei suoi ritmi vorticosi, nelle sue innumerevoli sfumature... mettendosi in gioco.

Occorre superare la tentazione di vivere "l'arte dello spettatore": vediamo se è bello, se mi piace, se ci sono quelli che dico io... occorre vivere in pienezza tutte le emozioni, gli incontri e le iniziative che costellano tutto l'ambito oratoriano, dalla catechesi all'animazione, dallo sport al ritrovarsi semplicemente, ai momenti formativi a quelli festosi di ritrovo.

Ecco allora alcune attenzioni da coltivare.

Continua...

WODP

on .

Avrete letto in queste ultime settimane questa strana sigla "WODP" con al centro il logo dell'oratorio, qualcuno pensava a "wiva oratori di pogliano", altri a  una sigla per il Natale, qualcuno ha pure cercato su internet andandoci molto vicino, ma il mistero è rimasto fino ad oggi.

L' idea è nata in una sera di non molto tempo fa, tra una scommessa di alcune persone e l'incredulità di altre, cosi oggi nel  giorno di Natale viene fatto questo regalo a tutti voi, un nuovo e pratico sito internet degli oratori di Pogliano e di Bettolino, dove potrete trovare tutte le informazioni e novità riguardanti la vita dell'oratorio.

Continua...

 

 

Per prepararci al Natale

on .

Per prepararsi al Natale

Il Natale è la storia di un amore grande che sa farsi piccolo, piccolo per stare con noi.

"Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia" (Lc 2,11s).

Niente di meraviglioso, niente di straordinario, niente di magnifico viene dato come segno ai pastori. Vedranno soltanto un bambino avvolto in fasce che, come tutti i bambini, ha bisogno delle cure materne; un bambino che è nato in una stalla e perciò giace non in una culla, ma in una mangiatoia. Il segno di Dio è il bambino nel suo bisogno di aiuto e nella sua povertà. Soltanto col cuore i pastori potranno vedere che in questo bambino è diventata realtà la promessa del profeta Isaia. Anche a noi non è stato dato un segno diverso. L'angelo di Dio invita anche noi ad incamminarci col cuore per vedere il bambino che giace nella mangiatoia.

Il segno di Dio è la semplicità. Il segno di Dio è il bambino. Il segno di Dio è che Egli si fa piccolo per noi. È questo il suo modo di regnare. Egli non viene con potenza e grandiosità esterne. Egli viene come bambino inerme e bisognoso del nostro aiuto. Non vuole sopraffarci con la forza. Ci toglie la paura della sua grandezza. Egli chiede il nostro amore: perciò si fa bambino. Dio si è fatto piccolo affinché noi potessimo comprenderLo, accoglierLo, amarLo.

Egli è venuto come dono gratuito, grazie al sì di Maria, affinché anche noi potessimo vivere la vita di Dio, mettendo a disposizione dei fratelli i nostri doni, le nostre capacità, i nostri talenti tutto ciò che abbiamo ricevuto.

Benedetto XVI