• Festa Patronale 2017

    Festa Patronale 2017

  • Catechesi per adulti

    Catechesi per adulti

  • Orari catechismo

    Orari catechismo

  • Beato Francesco Paleari

    Beato Francesco Paleari

  • Don Francesco Paleari

    Don Francesco Paleari

UN AUGURIO PER VOI...

on .

Un augurio…

Quando in una famiglia c’è un compleanno, di solito il festeggiato è sempre al centro della scena, della nostra attenzione per quel giorno, e spesso è anche destinatario di qualche dono che esprima il nostro affetto per quella persona, soprattutto se si tratta di un bambino. A Natale c’è un festeggiato speciale, del quale però spesso ci dimentichiamo. Ed è davvero particolare questo festeggiato, non è lui che riceve i regali, ma è Lui che li fa, e a tutti indistintamente! Si, a Natale è Lui l’unico vero festeggiato, il Signore Gesù! Coloro che sono stati testimoni di quella nascita, in quel di Betlemme di Giudea 2000 anni fa tornarono dall’incontro con quel Bambino, cambiati e pieni di gioia! Cosi ci riportano i Vangeli riguardo ai Magi e ai Pastori che salirono a Betlemme:

Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.” (Mt 2, 10-12)

“I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.” (Lc 2, 20)


 

 

I magi “per un'altra strada” si dice che fecero ritorno al loro paese: mi piace pensare a questa strada non tanto come a un diverso tragitto per evitare la cattiveria di Erode, ma quanto ad una altra direzione presa dai tre personaggi nel lasciarsi condurre sulla strada della loro vita da quel Bambino il cui incontro aveva suscitato in loro una gioia grandissima, mai provata prima. E i pastori, la cui vita sicuramente è stata segnata nel profondo da quell’incontro, tanto che non possono fare a meno di innalzare lodi a Dio per essere stati testimoni di un evento tanto semplice quanto meraviglioso. E noi, abbiamo il desiderio di incontrare veramente il Signore Gesù? Vogliamo metterlo al centro di tutti i nostri festeggiamenti? Mi sono chiesto anzitutto dove oggi incontrarlo, dove oggi trovare la capanna di Betlemme per incontrare l’Invisibile che si fa visibile? Mi è venuto in mente che Betlemme significa “casa del pane” . Ecco immediato il luogo giusto dove per primo incontrare il Signore Gesù: i sacramenti, ed in particolare modo l’Eucaristia e la Riconciliazione, strumenti e segni privilegiati dove il Signore si fa realmente presente e si consegna a noi, se noi sappiamo, come i Magi e i pastori, andare incontro a Lui.

Sia questo il nostro augurio più sincero per il prossimo Natale: ognuno possa davvero incontrare quel Dio che viene e che tutto si dona a noi, per provare una gioia vera capace di lenire anche le sofferenze più profonde e di cambiare la nostra vita perché si incammini per un altra strada”.

Buon Natale di Gesù! Auguri!

                                             Don Mario e don Simone

 

Orari S. Messe della settimana

on .

 

 

 

Tabella delle Messe dal 1 gennaio 2014

Lunedì

8.30 Santuario

 

Martedì

8.30 Santuario

 

Mercoledì

 

18.30 Santuario

Giovedì

8.30 Santuario

 

Venerdì

 

18.00 S. Giuseppe

Sabato

8.30 Santuario

18.00 Parrocchia

Domenica

8.30 Santuario

10.30 e 18.00 in Parrocchia

 

 

 

Presepe Vivente

on .

 

Sacra Rappresentazione sul Natale

Uno speciale invito è rivolto a tutti perché partecipiamo numerosi alla Sacra Rappresentazione sul Natale che si svolgerà in Chiesa Parrocchiale Sabato 21 Dicembre alle ore 21.00. Occasione per riflettere e meditare sul Mistero del Natale, per meglio prepararsi a vivere il dono del Signore Gesù che si rende presente in mezzo a noi.

Benvenuto Don Simone

on .

Diamo il nostro benvenuto al nuovo diacono che la diocesi ci ha inviato!!! E' Don Simone Maggioni  che arriva da Castello in Brianza in provincia di Lecco.

Pogliano ti accoglie con gioia ed è pronto ad incontrarti per camminare con te in questo tuo e nostro, nuovo percorso a Pogliano.

 

 

 

 

Festa dell'oratorio di Bettolino

on .

  • Martedì 24/9 ore 17.30: incontro e giochi con V elem e II m.
  • Mercoledì 25/9 ore 17.30: incontro e giochi con I media
  • Giovedì 26/9 ore 17.30: Incontro e giochi con V elem

 

  • Giovedì 26 ore 21: presso il Santuario di Pogliano momento di preparazione spirituale rivolto ad adulti e giovani delle due parrocchie dal titolo: “SE NON COSI'...COME?” tenuto da don Stefano Colombo.

 

  • venerdì 27 ore 17-19: confessioni

 

Sabato 28

à ore 9.00: In Duomo le ordinazioni diaconali. Con Davide viene ordinato anche Luca Rampini di Pogliano. Al rientro da Milano (verso le 12.30) al suono delle campane a festa ci raduniamo in chiesa per un breve momento di preghiera e la prima Benedizione impartita da Don Davide.

 

à ore 15.30 - 17.00: confessioni

 

 

à ORE 18.00: SPETTACOLO DI CULTURISMO OFFERTO DA RAMPINI’S GYM

à ORE 20.30: dimostrazione di zumba

à Ore 21.00: musica dal vivo - proiezione del filmato della vacanza estiva con gli oratori

 

DOMENICA 29

à ore 9.45: ritrovo dei ragazzi in oratorio con le proprie biciclette. andiamo ad aspettare don davide davanti a casa sua. poi giro per il paese (via liguria, via boito, via emilia, via moroni)

à ore 10.30: s. messa nel cortile dell’oratorio e predicazione di don Davide

à ore 12.30: pranzo della festa (prenotazione al bar o in segreteria entro venerdì 27/9 - adulti 10 euro, ragazzi fino alla iii media 7 euro)

à ore 15: giochi a squadre in oratorio

à ore 16.30: preghiera

à ore 17.00: esibizione del campione italiano di bici trial (portare proprie bici per provare)

à ore 18: dimostrazione di hockey su prato per i ragazzi

 

durante la festa sono aperti gli stand a premi

sabato sera e domenica dopo le messe vendita delle torte

da sabato sera funziona il servizio bar e ristoro dell’oratorio “mangia con noi”

Fiaccolata a Sarajevo

on .

 

Una fiaccolata di incontri

 

Anche quest'anno la Festa dell'Oratorio si apre con l'ormai tradizionale fiaccolata, Sarajevo è la meta scelta. La destinazione è suggestiva, affascinante un luogo dove si mescolano culture e religioni diverse, un luogo che porta ancora i segni di una terribile guerra negli animi delle persone prima ancora che negli edifici bucati dai proiettili o sventrati dalle granate. A colpire è la presenza ravvicinata di luoghi di culto di quattro grandi religioni: musulmana, serbo-ortodossa, cattolica e ebraica, segni di una convivenza difficile ma non impossibile. Ma a lasciare il segno sono soprattutto i volti delle persone incontrate che ognuno di noi porterà sempre con sé. Le suore che ci hanno accolto e ospitato in Bosnia, il racconto del Cardinal Puljic Arcivescovo di Sarajevo che ha acceso con noi la fiaccola, la testimonianza dei giovani della comunità Cenacolo a Medugorje ma anche i semplici gesti, gli sguardi, i sorrisi che ognuno di noi ha saputo cogliere. Anche il viaggio di ritorno è stato ricco di spunti interessanti, la splendida Trieste, anch'essa crogiolo di culture ai confini fra mondo latino, germanico e slavo. Per finire l'incontro con gli abitanti di Villa Poma e la visita a Mirandola, luoghi colpiti dal recente terremoto in Emilia. Un filo comune ha legato tutti questi incontri, la speranza. Speranza che tutte queste persone hanno saputo trovare e portare nel cuore nonostante le enormi difficoltà incontrate nel loro cammino. A noi il compito di portare ad altri questo messaggio.

 

Il gruppo fiaccola regala al Cardinal Puljic l'icona della Madonna dell'aiuto di Pogliano

Il saluto di Don Raff.

on .

SALUTO di Don RAff a Pogliano 08/09/ 2013

 

La vita fatta di arrivi e partenze.

Io parto… E voglio condividere due ultimi pensieri.

 

Scrive Pino Cacucci in “Le Balene lo sanno” (testo favoloso!!!)

“…perché il viaggio è tutto ciò che separa due punti,

non trae senso dalla meta finale

ma da ciò che incontri lungo il cammino”

ECCO il mio partire è ricco di incontri che ho vissuto qui, con voi!

Ancora:

Mi ha sempre colpito quel modo di salutarsi dei nostri vecchi. Quando qualcuno faceva visita a parenti o amici in un cortile, si congedava al termine della giornata spesso in questo modo, che faccio mio questa sera, dopo la fiaccolata e questo anno: “scusate il disturbo, grazie della compagnia!”.

 

Invochiamo la benedizione del Signore, per intercessione di Maria

“VITA DOLCEZZA E SPERANZA NOSTRA”